.:: CAMCOM.GOV.IT - Camere di Commercio D'Italia ::.

IL PORTALE DELLE CAMERE DI COMMERCIO D'ITALIA

Voci collegate


enologia | eventi | territorio

Aosta - Aziende piemontesi in vetrina a Vins Extrêmes 2019

/uploaded/Generale/Immagini/news 2019/calicevinorosso.png

Il meglio dei vini d’alta quota, la kermesse delle viticoltura eroica, di montagna e delle piccole isole. Il 30 novembre e il 1 dicembre, al Forte di Bard in Valle d’Aosta, torna Vins Extrêmes, dove la viticoltura estrema sarà l’assoluta protagonista.

La manifestazione organizzata dall’Assessorato Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta e da Vival, in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, si terrà nella maestosa cornice del Forte di Bard dove saranno in degustazione i vini eroici italiani ed esteri, una viticoltura praticata in contesti estremi, su terreni in forte pendenza, a quote elevate e in particolari condizioni climatiche.

I vini che nascono in questi ambienti incontaminati provengono per la maggior parte da rari vitigni autoctoni, sono uno scrigno di biodiversità, e possiedono peculiarità uniche.

Oltre sessanta saranno le cantine presenti con i loro banchi di assaggio e quasi trecento i vini in degustazione premiati al Mondial des Vins Extrêmes 2019.  

Alla due giorni hanno dato la loro adesione produttori provenienti da Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Abruzzo, Marche, Basilicata, Molise, Lazio, Trentino Alto Adige, Veneto, Toscana, Campania, Sicilia e Sardegna. Saranno presenti, inoltre, aziende provenienti da Andorra e Palestina, l’Enoteca della Liguria e l’Associazione Ribolla di Oslavia.

7 le aziende piemontesi presenti all’appuntamento: Azienda Vitivinicola Eusebio di Stroppiana Marilena; Azienda Vitivinicola Pietro Cassina; Cantina dei Produttori Nebbiolo Carema;- Cantina Sociale della Serra sca; Consorzio Produttori Terre del Ramìe; Consorzio per la Tutela e Valorizzazione dei Vini D.O.C. Valsusa; Fratelli Marco di Danilo Marco.

Tra i momenti in cui il Piemonte sarà protagonista, domenica 1 dicembre alle 15h00, il Workshop: “Da UNESCO e FAO nuovi strumenti per la valorizzazione dei paesaggi viticoli eroici” nell’ambito del quale la Città metropolitana di Torino presenterà il progetto "Strada dei vigneti alpini" e le prospettive di label territoriale.

Inoltre, a seguire, si svolgerà la presentazione del nuovo Disciplinare DOC Val Susa a cura del Consorzio DOC Val Susa

I vini piemontesi saranno inoltre protagonisti, insieme a quelli valdostani e francesi, alla degustazione del 1 dicembre alle ore 14.00 dedicata alla “Route des Vignobles Alpins: Degustazione dei vini delle aree vitivinicole che partecipano al progetto Vi.A” tra cui il comune di Carema, il Comune di Pomaretto e la città metropolitana di Torino.

Il progetto punta a rafforzare l'identità dei territori vitati, qualificare e promuovere il patrimonio paesaggistico, culturale e di biodiversità delle aree alpine partner (Savoia, Città metropolitana di Torino e Valle d'Aosta) attraverso la creazione di una Strada Alpina dei Vigneti transfrontaliera.

La Strada metterà in collegamento virtuoso le eccellenze vitivinicole e storiche che caratterizzano le aree. Evidenziando le particolarità del territorio montano, i suoi valori economici, sociali ed ambientali si intende favorire l'enoturismo, accrescere la notorietà delle destinazioni e creare una proposta turistica unitaria. Settore d'intervento: turismo sostenibile.

Durante la manifestazione i visitatori avranno la possibilità di partecipare anche alla cerimonia di premiazione del 27esimo Mondial des Vins Extrêmes, il concorso internazionale dedicato ai vini eroici organizzato dal Cervim.

www.vins-extremes.it
info@vins-extremes.it

Data di pubblicazione: 26/11/2019 09:41
Ultimo aggiornamento: 26/11/2019 09:53