Logo camcom.gov.it - Torna alla Home
  
Attualita

approfondimenti » Certificazione di Qualità: nasce Accredia

  • DATA:
    09-02-2010
  • ULTIMO AGGIORNAMENTO:
    09-02-2010
Voci collegate
Visite:
3386
Nessun voto
Vota:
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
per condividere:




Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

Un solo organismo nazionale provvederà all’accreditamento dei soggetti  preposti alla certificazione di qualità, conformità e sicurezza dei prodotti in vendita, per una maggiore tutela dei consumatori.

Lo prevede il decreto interministeriale pubblicato nella G.U. n. 19 del 25 gennaio 2010, in attuazione del  Regolamento Ce 765/2008, che pone norme in materia di vigilanza del mercato, per garantire che i prodotti, servizi o processi in commercio  offrano un grado elevato di protezione di interessi pubblici, come la salute e la sicurezza.

L’  “accreditamento”  è l’attestazione certificante che un determinato organismo, incaricato della valutazione di conformità di un prodotto o servizio,  sia competente e soddisfi i criteri stabiliti dalle norme di settore. Con la valutazione di conformità  si attua la procedura volta a dimostrare che le specifiche prescrizioni stabilite per un prodotto, processo o servizio siano state rispettate; in  caso positivo viene rilasciato un certificato o di un marchio, che garantisce l’utente riguardo al prodotto.

L’organismo nazionale designato, con successivo decreto, pubblicato nella G.U. n.20 del 26 gennaio 2010, è  ACCREDIA, associazione senza scopo di lucro dotata di personalità giuridica di diritto privato, che vede tra i suoi soci molti ministeri, enti pubblici ed associazioni di categoria. In precedenza, invece, tale attività era divisa tra più organismi.

Accredia è già in possesso della maggior parte dei requisiti di organizzazione e funzionamento richiesti dal decreto; entro novanta giorni dovrà completare l’adeguamento, consentendo di dare tempestivo avvio al nuovo sistema di accreditamento voluto dal legislatore comunitario.   La vigilanza sull’organismo da parte di tutti i ministeri interessati migliora l’equilibrio tra la professionalità dei soggetti interessati e il controllo pubblico necessario a tutelare i consumatori, assicurando garanzie crescenti sulla qualità e la sicurezza di beni e servizi acquistati.

Governo, Newsletter Anno XI n. 6 del 9 febbraio 2010, e-mail: notizie@governo.it
Fonte: Ministero dello Sviluppo economico

  
Le Camere di Commercio

Le Camere di Commercio

Italiane
Estere
Ricerca

Ricerca

Cerca per concetto
Cerca per provincia
Cerca per ATECO
Inserisci la tua chiave di ricerca