Logo camcom.gov.it - Torna alla Home
  
Attualita

interviste » IV Congresso delle imprenditrici, ne parliamo con Luciana Frontini

  • DATA:
    07-09-2009
Voci collegate
Visite:
6906
Media voti (2):
33333
Vota:
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
per condividere:




Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

Ad ottobre si svolgerà in Albania nell’ambito del Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio il quarto congresso delle imprenditrici dei Paesi che si affacciano sui due  mari. Tema di quest’anno, la creatività e l’innovazione come possibili leve per affrontare la crisi economica che ha investito anche i paesi del bacino adriatico-ionico. Ne abbiamo parlato con Luciana Frontini, dirigente area sviluppo economico della Camera di Commercio di Ancona.

I temi della creatività e dell’innovazione, trattati anche nel corso della seconda edizione del Giro d’Italia dell’imprenditoria femminile, saranno al centro dei lavori del convegno in Albania del prossimo autunno. Quali sono le aspettative per tale incontro?
Durante la IX edizione del Forum delle Camere di Commercio dell'Adriatico e dello Ionio – tenutasi lo scorso aprile in Grecia – le partecipanti al tavolo dell’imprenditoria femminile, visto l’entusiasmo delle colleghe albanesi, hanno concordato sull’organizzazione del IV Congresso delle Imprese Femminili AIC a Durazzo.
Nell’anno europeo dell’innovazione e della creatività si è recepito l’indirizzo comunitario e si è deciso di dare visibilità alle imprese femminili chiedendo loro di mettersi in gioco proprio nel campo dell’innovazione e della creatività, considerate opportunità per superare la crisi economica mondiale. L’obiettivo è anche di accrescere la cultura di questi due fattori, competenze chiave per lo sviluppo personale, sociale ed economico.
Innovazione e creatività costituiscono infatti le principali opportunità per fronteggiare le minacce di recessione che si stanno annidando nell’economia internazionale, e rispondere al problema strutturale dell’arresto della dinamica della produttività.
Le imprenditrici italiane durante il Congresso avranno quindi l’opportunità di presentare esempi di eccellenze e stimolare la cultura imprenditoriale nei paesi dell’altra sponda che ancora non fanno parte dell’UE.

Il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio rappresenta una forma di collaborazione significativa nell’ambito delle iniziative volte a rafforzare le relazioni fra gli enti camerali dei Paesi transfrontalieri, ma ce ne sono altre in corso come il Laboratorio Euro-Mediterraneo o l’Euroregione Alpi-Mediterraneo. Come si caratterizza il Forum rispetto a queste altre collaborazioni?
Il Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio è l’associazione nata nel 2001 su iniziativa della Camera dell’Economia di Spalato e della Camera di Commercio di Ancona. Oggi fanno parte dell’associazione 36 Camere di Commercio appartenenti ai Paesi che si affacciano sulle due sponde dell’Adriatico: Italia, Croazia, Federazione di Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Slovenia, Grecia ed Albania. Il Forum è divenuto un riferimento preciso per tutte le realtà politico istituzionali ed imprenditoriali che si affacciano sull’Adriatico, ma soprattutto è stato capace di avvicinare esperienze tradizionalmente diverse, di riconoscere la cooperazione come strumento primario per lo sviluppo economico e sociale. E’ pertanto uno soggetto internazionale espressione delle associazioni di categoria e del mondo imprenditoriale.
Il ruolo del nostro Forum è inoltre accresciuto ulteriormente dallo scorso anno quando Ancona è stata nominata sede del Segretariato dell’Iniziativa Adriatico Ionica, l’organismo interministeriale dei paesi della macroarea adriatico-ionica, che coordina le tre reti preesistenti: il nostro organismo e i fora delle Città e delle Università. Inoltre il Forum delle Camere di Commercio è oggi il braccio operativo del Segretariato dell’Iniziativa Adriatico Ionica per le questioni economiche.

L’anno prossimo ricorre il decennale del Forum. Può tracciare un bilancio, ad oggi, di questi primi nove anni dell’iniziativa?
Le Camere di Commercio socie hanno stabilito nel corso degli anni uno stretto rapporto di collaborazione che si è concretizzato nella progettazione e realizzazione di attività finanziate grazie a fondi comunitari e regionali.
L’incontro annuale tra le Camere di Commercio offre la possibilità di ospitare le varie delegazioni nel proprio territorio e rappresenta uno strumento a mio parere di grande spessore per ampliare le reciproche conoscenze culturali ed umane. Il legame istaurato dal 2001 non è solo di natura commerciale e si va rafforzando con l’avanzare del processo di avvicinamento e di adesione dei balcani all’Unione Europea.
Grazie alle collaborazioni avviate dal Forum, i referenti dei singoli stati stanno iniziando a riconoscere le caratteristiche e i bisogni che ci accomunano, proprio come un’unica grande regione. Pertanto dobbiamo continuare a presentare all’Unione Europea l’area nel suo insieme, facendo conoscere alle istituzioni di Bruxelles – come fatto nel 2007 in occasione della presentazione del Forum ai parlamentari europei e nel 2008 con la partecipazione al primo “Parlamento europeo delle Imprese” - le caratteristiche e i bisogni delle nostre PMI.
 

 

 

Fonte: Redazione Cameradicommercio.it

interventi per produttivita'

  
Le Camere di Commercio

Le Camere di Commercio

Italiane
Estere
Ricerca

Ricerca

Cerca per concetto
Cerca per provincia
Cerca per ATECO
Inserisci la tua chiave di ricerca