Logo camcom.gov.it - Torna alla Home
  
Attualita

adempimenti » Attività di autoriparazione

  • DATA:
    31-01-2007
  • ULTIMO AGGIORNAMENTO:
    17-06-2013

L'apertura di un'officina per autoveicoli o moto, di un laboratorio di elettrauto, di una carrozzeria, di un laboratorio di gommista è subordinata alla SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività (che ha sostituito la DIA - v.sotto) al Registro delle imprese, o all'Albo delle imprese artigiane se si tratta di impresa artigiana.

In tale segnalazione l'impresa deve indicare il tipo di specializzazione ed il possesso dei seguenti requisiti riguardanti l'officina:
- disponibilità di spazi adeguati;
- dotazione minima delle attrezzature;
- indicazione del responsabile tecnico (l'imprenditore o il responsabile tecnico, se persona diversa, deve essere in possesso dei requisiti sanitari, morali e professionali).

I requisiti professionali sono documentabili con l'esercizio dell'attività di autoriparazione come operaio specializzato per tre anni nell'ultimo quinquennio; il triennio è ridotto a un anno se l'interessato è in possesso di un titolo di studio a carattere tecnico-professionale rilasciato da istituti di Stato, o di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado in materia tecnica rilasciato da istituti di Stato, o di un attestato di qualificazione di operaio qualificato rilasciato a seguito della frequenza di un corso autorizzato dalla Regione.
La laurea tecnico-scientifica da sola, senza alcuna pratica professionale, costituisce titolo valido per il riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali.

SCIA
Dal 31 luglio 2010 la Dichiarazione di Inizio Attività (DIA) è stata sostituita dalla Segnalazione Certificata di Inizio attività (SCIA).
La SCIA si applica a tutte le attività economiche soggette a verifica dei requisiti:
- agente di affari in mediazione;
- agente e rappresentante di commercio;
- autoriparazione;
- commercio all’ingrosso;
- facchinaggio;
- impiantistica;
- mediatore marittimo;
- pulizia;
- spedizioniere.

La SCIA deve:
- essere presentata al Registro Imprese della Camera di Commercio di competenza nel giorno dell'inizio dell'attività economica;
- essere allegata ad un modello di Comunicazione Unica e di iscrizione/variazione al Registro Imprese (Mod. S1, S2, S5, I1, I2);
- contenere le autocertificazioni necessarie per documentare il possesso dei requisiti personali, morali e professionali previsti dalle normative.

Dopo aver presentato la SCIA il nuovo imprenditore può iniziare a svolgere l'attività senza aspettare i 30 giorni previsti dalla normativa precedente. Le amministrazioni hanno 60 giorni a disposizione per esercitare i controlli e prendere i provvedimenti necessari.

ULTIME NOVITA'
Dal 5 gennaio 2013 è entrata in vigore la modifica dell’articolo 1 della L. 122/92 che introduce la nuova sezione meccatronica unificando le categorie di meccanica-motoristica ed elettrauto.
Dal 5 Gennaio 2013 l’attività di autoriparazione si articola quindi in tre sezioni: meccatronica, carrozzeria, gommista.

E’ quanto disposto dalla L. 11 dicembre 2012 n. 224, pubblicata in G.U.R.I. 21.12.2012, che ha modificato l’art. 1 della L. 5 febbraio 1992 n. 122 recante “Disposizioni in materia di sicurezza della circolazione stradale”. La “meccatronica” sostituisce e incorpora le attività di “meccanica e motoristica” ed “elettrauto”, previste dalla precedente versione dell’art. 1 comma 3 della L. 122/1992.

Le imprese già iscritte nel Registro Imprese o nell’Albo Imprese Artigiane e già abilitate per lo svolgimento dell’attività di meccanico o di elettrauto, possono proseguire le rispettive attività fino al 05.01.2018.

Entro tale data, i preposti alla gestione tecnica devono frequentare un corso regionale di qualificazione professionale relativo alle discipline concernenti l’abilitazione non posseduta.

Qualora sia preposto alla gestione tecnica un soggetto che ha già compiuto i 55 anni di età, l’impresa può proseguire l’attività fino al compimento dell’età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia.

(ultima revisione giugno 2013)

Ufficio Registro Imprese
Fonte: Redazione Camera di Commercio
  • LINK:
Attività di autoriparazione

Trieste

adempimenti

  
Le Camere di Commercio

Le Camere di Commercio

Italiane
Estere
Ricerca

Ricerca

Cerca per concetto
Cerca per provincia
Cerca per ATECO
Inserisci la tua chiave di ricerca