Logo camcom.gov.it - Torna alla Home
  
Attualita

servizi » Firma Digitale

  • DATA:
    02-02-2007
  • ULTIMO AGGIORNAMENTO:
    04-03-2013

La Firma Digitale è l'equivalente informatico di una tradizionale firma apposta su carta, e può essere utilizzata per qualsiasi documento (bilanci, fatture, notifiche, comunicazioni alla Pubblica Amministrazione ecc.), assumendone lo stesso valore legale. La sua funzione è quella di attestare la validità, la veridicità, la paternità di un documento.

Per usare la Firma Digitale occorrono:
- un computer;
- una CSN Smart Card (carta elettronica dotata di microprocessore) o, in alternativa, un dispositivo CNS Token USB;
- un apposito lettore per smart card da collegare al computer;
- un apposito software per firmare digitalmente i documenti;
- un certificato digitale di sottoscrizione rilasciato da un ente di certificazione autorizzato.

La Firma Digitale, detta anche Smart Card, permette di trasmettere le pratiche al Registro Imprese su supporto digitale (tramite il software Fedra) o via Internet (tramite il servizio Telemaco).
La Firma Digitale si compone di una coppia di chiavi (pubblica e privata). La chiave privata è utilizzata dal titolare per apporre la firma digitale sul documento informatico. E’custodita all’interno di una tessera magnetica o chiave USB e protetta da un codice segreto conosciuto solo dal titolare. La coppia di chiavi (pubblica e privata) per la creazione e la verifica della validità della firma può essere attribuita a un solo titolare. La chiave pubblica invece è lo strumento con il quale si verifica la paternità effettiva della firma apposta sul documento informatico.
Dal 2003 devono obbligatoriamente dotarsi di Smart Card i legali rappresentanti e i titolari di cariche delle società di qualsiasi tipo, oltre che gli intermediari professionali autorizzati (notai, commercialisti, ragionieri, periti commerciali, ecc.). Dall'entrata in vigore della Comunicazione Unica, l’obbligo è stato esteso anche alle imprese individuali.

Per ottenere la Smart Card è necessario:
- aver compiuto 18 anni
- essere in possesso del codice fiscale
- essere in possesso di un documento di identità valido

A fronte del DPR 2 marzo 2004, n. 117, le Pubbliche Amministrazioni (tra cui le Camere di Commercio) possono distribuire ai soggetti richiedenti una nuova tipologia di Smart Card denominata Carta Nazionale dei Servizi (CNS). La CNS, oltre a permettere di apporre la firma digitale, consente, mediante autenticazione ai siti di e-government, di dialogare con le Pubbliche Amministrazioni in via telematica.
La durata della validità della Smart Card è triennale, pertanto entro la data di scadenza il titolare deve procedere al suo rinnovo rivolgendosi ad uno degli uffici abilitati al rilascio.

Per il dettaglio dei costi, della normativa vigente, la bozza del contratto che deve essere sottoscritto al momento del rilascio della firma digitale, ulteriori moduli, ecc. si rimanda al sito http://www.card.infocamere.it oppure al sito della Camera di Commercio di riferimento.

 

InfoCert
Fonte: Redazione della Camera di commercio
Camera di commercio

  
Le Camere di Commercio

Le Camere di Commercio

Italiane
Estere
Ricerca

Ricerca

Cerca per concetto
Cerca per provincia
Cerca per ATECO
Inserisci la tua chiave di ricerca