Logo camcom.gov.it - Torna alla Home
Attualita

news » Trento - Indagine sull'industria nella provincia

  • DATA:
    04-01-2016
Voci collegate
Visite:
946
Nessun voto
Vota:
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
per condividere:




Aggiungi a Facebook Aggiungi a Twitter
Vedi anche

L’indagine sulle imprese industriali in provincia di Trento viene condotta fina dai primi anni Settanta dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio di Trento e interessa ogni anno circa 600 imprese con più di dieci dipendenti.
La rilevazione relativa al giugno 2014 ha delineato, rispetto all’anno precedente, una diminuzione delle unità locali (-2) e un aumento, seppur contenuto, dei dipendenti (+160).
La dinamica delle imprese inserite nell’indagine è dovuta all’iscrizione di 45 nuove unità e alla cessazione di altre 47.
Sotto il profilo occupazionale ciò ha significato rispettivamente 1.418 dipendenti in entrata e 1.433 in uscita, pari a un saldo negativo di 15 unità lavorative. Gli occupati complessivi risultano però in aumento poiché le 555 imprese presenti in entrambi gli anni (2013 e 2014) hanno fatto segnare un aumento occupazionale di 175 unità lavorative. Per classi dimensionali, la dinamica occupazionale positiva interessa soprattutto le imprese di più grande dimensione (con più di 100 addetti), mentre quelle con un numero di addetti compreso tra 11 e 20 evidenziano il maggior calo di occupati.
In termini più generali, e guardando alla serie storica dei dati raccolti in oltre 40 anni di rilevazioni camerali, viene confermata la progressiva e sempre più spinta terziarizzazione dell’economia. Il peso del comparto industriale in termini di addetti e di valore aggiunto prodotto tende infatti a diminuire a favore dei servizi.
I dati dimostrano che la percentuale di occupati nell’industria sul totale risulta pari al 26,1% e la quota del valore aggiunto industriale sul totale è pari al 23,5%, valori che si collocano al di sotto della media nazionale. Se a questo aggiungiamo il fatto che in Trentino il peso delle costruzioni è particolarmente elevato e ben al di sopra della media del Paese, l’incidenza dell’industria in senso stretto, in ambito locale, risulta ulteriormente ridimensionata.
A questo graduale processo di ridimensionamento ha concorso poi la recente crisi economica del 2008-2009, che ha interessato in particolar modo proprio il settore secondario. Nel tempo, però, l’industria è stata interessata anche da fasi di ripresa e ha subìto numerose trasformazioni qualitative come, ad esempio, il progressivo arricchimento della dotazione di capitale umano e il graduale aumento della presenza femminile nelle imprese (+31,8% rispetto al 1989, primo anno di rilevazione della variabile), in concomitanza con una crescita dell’incidenza della manodopera tecnica e impiegatizia (+82,4% rispetto al 1989).

In allegato il comunicato stampa completo.

 

Camera di Commercio di Trento, Ufficio Stampa, e-mail: ufficio.stampa@tn.camcom.it
Fonte: Camera di Commercio di Trento

  
Ricerca

Ricerca

Cerca per concetto
Cerca per provincia
Inserisci la tua chiave di ricerca