.:: CAMCOM.GOV.IT - Camere di Commercio D'Italia ::.

IL PORTALE DELLE CAMERE DI COMMERCIO D'ITALIA

MONTE ROSA LAGHI ALTO PIEMONTE - Intesa tra Camera di commercio e Prefettura di Biella per il contrasto alla criminalità organizzata

/uploaded/Generale/Immagini/news 2021/Firma Protocollo (1).jpg

Prevenire e contrastare le infiltrazioni criminali nell’economia locale: questo l’obiettivo del protocollo d’intesa per la legalità e la trasparenza firmato oggi, martedì 12 ottobre, da Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte e Prefettura di Biella presso la sede locale del Palazzo del Governo.

L’accordo prevede la messa a disposizione gratuita, da parte dell’Ente camerale, di una serie di strumenti informatici per l’analisi dei dati contenuti nel Registro delle Imprese, strumenti che includono la piattaforma REX – Regional EXplorer, il portale “Telemaco” e le applicazioni “RI Visual”, “RI Build” e “RI Map”. Gli applicativi e i database del sistema camerale consentiranno a Prefettura e Forze dell’Ordine di svolgere analisi approfondite su anagrafe delle imprese, eventi pregiudizievoli, governance e assetti societari, rendendo i controlli sulle attività economiche più celeri ed efficaci.

«Legalità e trasparenza sono presupposti indispensabili per la libera concorrenza e lo sviluppo del sistema economico territoriale e richiedono un presidio attento e condiviso, che coinvolge attivamente l’Ente camerale» commenta Fabio Ravanelli, Presidente della Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte. «L’attuale fase di ripartenza, in cui molte imprese scontano difficoltà finanziarie innescate dalla crisi pandemica, richiede un rafforzamento del sistema di prevenzione e contrasto alla criminalità organizzata, soprattutto verso i settori più esposti a possibili rischi di infiltrazione, tra cui turismo, commercio, alloggio e ristorazione».

Il Prefetto di Biella Franca Tancredi aggiunge: «Fare rete è fondamentale, soprattutto oggi, nella delicata fase di rilancio dell’economia nazionale e nel momento in cui le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e quelle canalizzate dall’Unione Europea, stanno arrivando. La stipula del Protocollo per la legalità e la trasparenza nelle attività di impresa è espressione della forte sinergia Stato e imprese in un rinnovato rapporto per la implementazione delle misure necessarie ad innalzare la soglia della prevenzione nei confronti di qualsivoglia forma di infiltrazione e di interferenza delle mafie nell’economia legale. Si tratta di un passo fondamentale e strategico, in quanto mediante la condivisione di un approccio cooperativo, basato sull’analisi preventiva dei rischi, declinata in procedure adeguate ad identificare, valutare e monitorare, è possibile assicurare che le attività economiche più esposte non vengano inquinate dalle organizzazioni criminali. Il “modus operandi” è sempre lo stesso, profittare della situazione di disagio, per acquisire, tramite l’impiego di capitali illeciti, il controllo di rilevanti settori del commercio e delle attività produttive. Solo un partenariato strutturato - e la firma del Protocollo, oggi, va in questa direzione - può contribuire a “diserbare” la “mala pianta”».

Dopo gli interventi del prefetto Tancredi e del presidente Ravanelli ha quindi preso la parola Gianpiero Masera, segretario generale della Camera di commercio Monte Rosa Laghi Alto Piemonte, il quale ha illustrato caratteristiche e potenzialità degli applicativi messi a disposizione delle forze dell’ordine.

All’incontro sono inoltre intervenuti Teresa Angela Camelio, Procuratore della Repubblica di Biella, Gianni Triolo, Questore di Biella, Mauro Fogliani, Comandante Provinciale dei Carabinieri, e Pasquale Marotta, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza.

 

Data di pubblicazione: 13/10/2021 09:21
Ultimo aggiornamento: 13/10/2021 09:27