.:: CAMCOM.GOV.IT - Camere di Commercio D'Italia ::.

IL PORTALE DELLE CAMERE DI COMMERCIO D'ITALIA

Treviso-Belluno - La Camera di commercio e i sistemi turistici per Cortina 2021 e candidatura Olimpiadi 2026

/uploaded/Generale/Immagini/news2018/tvb.png

Ne è consapevole tutto il sistema turistico  ampezzano – cortinese e trevigiano che gli imminenti impegni internazionali Cortina2021 e la candidatura Olimpiadi 2026 sono una partita importante che  richiede una messa in rete attiva delle organizzazioni private e pubbliche e un supporto organizzativo e di risorse umane oltreché finanziarie.
 
Per motivare questa consapevolezza il presidente della Camera di commercio di Treviso-Belluno Mario Pozza ha organizzato un secondo appuntamento a Cortina quale sede degli eventi Cortina2021 e candidatura Olimpiadi 2026, preceduto da un incontro lo scorso 14 marzo 2018,  a Treviso in Camera di commercio.
 
Presenti a questo secondo incontro il sindaco Ghedina che ha ospitato l’evento presso la sede comunale, la presidente Albergatori Cortina e consigliera camerale Roberta Alverà, Tiziano Simonato  referente per il turismo Assindustria Venetocentro Padova - Treviso,  Nicoletta Riccamboni coordinamento Turismo, terziario  Assindustria Venetocentro, Giovanni Cher presidente Federalberghi Treviso, Alessandro Martini direttore Fondazione Marca Treviso, Gherardo Manaigo presidente del Distretto turistico delle Dolomiti bellunesi, Giuliano Vantaggi Direttore DMO Belluno, Romano Tiozzo segretario generale CdC Treviso – Belluno.
 
“Il sistema camerale si è già mosso - informa Mario Pozza - mi riferisco al sostegno unanime della candidatura Olimpiadi 2026  dei presidenti camerali del triveneto e con le camere lombarde, così come la rete delle Camere di commercio italiane all’estero e gli uffici a Bruxelles di Unioncamere Veneto sono già operativi nella progettazione per promuovere nel mondo Cortina2021 e sostenere la candidatura Olimpiadi 2026 con le aziende e  i territori che ospitano degli eventi internazionali.”
 
Il presidente Pozza ha dunque messo in campo  l’osservatorio Economico di Treviso – Belluno di cui sono soci quasi tutte le rappresentanze di categoria d’impresa, sindacali e amministrative della provincia di Belluno e Treviso che da subito, previo accordo tra le parti, può mettersi al lavoro per completare il dossier per la candidatura da sottoporre alla commissione del CIO.

“Inoltre – sottolinea Pozza – ho già condiviso con il governatore Zaia la nostra disponibilità per individuare i temi di studio per fornire i dati, indispensabili per una efficiente organizzazione strategica”.

Come Camera di commercio è stato proposto di formalizzare un accordo di collaborazione tra l’osservatorio economico e il Comune di Cortina. L’incontro ha valutato tutti gli aspetti della circolazione dei flussi valutando anche la situazione dell’Alemagna che va completamente rivista. L’incontro si è concluso con la pianificazione nella prossima giunta comunale e camerale della proposta degli accordi tra Camera di commercio di Treviso – Belluno e Comune di Cortina per l’operatività dell’Osservatorio Economico sociale di Treviso – Belluno.
 
Il presidente Pozza ha sottolineando l’importanza della collaborazione tra i vari enti: Camera di commercio, Regione Veneto, Provincia, DMO,OGD, Assindustria Veneto Centro, Confcommercio e ribadisce che nel contesto di un Veneto in autonomia ci sarebbero maggiori disponibilità di risorse.

 

Data di pubblicazione: 15/11/2018 11:23
Ultimo aggiornamento: 15/11/2018 11:30